ALASTOR-PODARGO

image
image
image
image
image

 

PERCORSO ALASTOR-PODARGO

da: Celle di Bulgheria (loc. Stazione Ferroviaria) a: San Mauro la Bruca (loc. Maneggio Agriturismo Forno Antico)

25 Km

La tappa Alastor – Podargo attraversa posti di rara bellezza. Segue il corso del fiume Mingardo fino al mare, a poche centinaia di metri dal famoso arco naturale di Palinuro, e risale verso le zone interne, lungo il fiume Lambro. Il percorso segue le sinuosità del fiume, fino a raggiungere la Gola della Tragara (uno sprofondamento di circa 700m) nella Valle dell’Inferno. In prossimità della forra il tracciato diventa molto stretto e bisogna percorrerlo con molta attenzione. In alternativa, i principianti, possono risalire la strada asfaltata e superare le difficoltà.

Si ritorna nel letto del fiume fino a raggiungere  la pista ciclabile che corre lungo il versante destro del Mingardo. Il percorso non presenta difficoltà, ma considerata la posizione geografica è consigliabile evitare i mesi più caldi.

Attraversati i due ponti sul Mingardo si arriva alla foce. L’area è ad elevata densità turistica e bisogna fare molta attenzione durante l’attraversamento. Allo stesso tempo però, ci troviamo in uno dei posti più spettacolari della costa del Cilento, da un lato la Molpa con l’Arco Naturale, considerato uno dei monumenti naturali più famosi della Campania, e dall’altro il bosco di sant’Iconio con le falesie di cala del Cefalo.

Attraversiamo l’abitato in direzione Isca delle donne e raggiungiamo la sterrata sul fiume Lambro in prossimità del ponte che porta al centro di Palinuro.

Il percorso segue la pista ciclabile che cammina a ridosso del fiume e raggiunge i territorio del comune di San Mauro La Bruca. Il fondo della pista è in terra battuta ed è delimitato da una staccionata in legno. Si risale il fiume Lambro fino all’attraversamento sotto il ponte della linea ferroviaria. A poche centinaia di metri dal ponte si attraversa la strada regionale 447 e si prende una mulattiera che cammina nel fitto di una macchia alta. Raggiunti i coltivi dell’agriturismo il Forno Antico, siamo arrivati al Punto tappa Podargo.